windows_vista0

Windows Vista va in pensione

Microsoft ha annunciato, senza troppa infelicità, che l’11 aprile 2017 terminerà ufficialmente il supporto a Windows Vista. Non sarà uno shock per gli utenti della casa di Redmond che aveva prima amato e poi disprezzato con molto rancore il sistema operativo lanciato il 30 gennaio 2007.

windows_vista2

Windows Vista passerà alla storia come il sistema operativo più problematico della storia moderna, almeno fin ora. Tra le sue “caratteristiche”: bug, continue schermate blu, rallentamento del sistema, una GUI pesante, l’User Access Control invadente e tremende incompatibilità con altri programmi rilasciati dalla stessa Microsoft.

Il Paradosso:

Secondo le ultime statistiche esiste ancora chi usa il Vista e corrisponderebbe allo 0,78%. Non c’è da stupirsi che poco dopo il suo lancio, ci furono molte fughe verso piattaforme diverse o ritorni a Windows Xp, che paradossalmente ancora detiene una discreta fetta di utenti, nonostante sia andato in pensione nell’aprile del 2014.

windows_vista1

Già nel 2012 Microsoft aveva terminato il supporto standard per Windows Vista ed ora si appresta a terminare il supporto esteso, revocando gli aggiornamenti al sistema.

Non ci resta che salutare con molta gioia il sistema che da molti è stato battezzato Windows SVISTA.

Commenti