foto_trust_and_ozone-68

Trust GXT 340, la scomodità fatta cuffia

Ciao a tutti amici Sgleppatori, oggi vi propongo un altro prodotto della serie Trust Gaming, più in particolare, le cuffie GXT 340.

Packaging e Bundle

Come tutte le scatole della serie gaming di Trust i colori dominanti sono grigio/nero e rosso.
Sulla facciata principale notiamo, in basso a destra, alcune caratteristiche principali del prodotto, come un mini controller per l’audio, presente nel cavo e la lunghezza di quest’ultimo.

foto_trust_and_ozone-53

Sul retro troviamo altre caratteristiche, come il fatto che il cavo non sia con un normale con attacco jack audio 3.5, ma una USB 2.0, grazie ad una immagine, ci informa dell’esistenza di un software proprietario per equalizzare il suono.

foto_trust_and_ozone-58

Una volta aperto troveremo l’headset incastrato in una confezione rossa fatta in simil velluto. Oltre ai padiglioni, ovviamente, apparirà subito anche il controller che ci ritroveremo poi sul cavo.
Il controller possiede un led di stato, indicante l’accensione o meno delle cuffie, e quattro tasti multimediali adibiti alla gestione del volume, mutare il microfono o disattivare l’audio in cuffia

foto_trust_and_ozone-61

Headset ed Ergonomia

La prima cosa che salta all’occhio guardando l’headset è la grandezza dei padiglioni auricolari, fin troppo piccoli per gli standard odierni, altro particolare che salta all’occhio è la qualità costruttiva per niente curata, infatti, l’unico materiale che troveremo, tranne una piccola parte in memory foam, è la plastica, oltretutto di basso livello.
Il padiglione è costruito in modo che si possa muovere indipendentemente dal resto dell’headset, per essere più confortevole, anche se, proprio per la “piccolezza” di quest’ultimo a lungo andare (2+ ore) incomincierannno a farsi sentire i primi dolori alle orecchie. L’interno del padiglione è fatto con un simil velluto, però diverso da quello della confezione, il vero problema è che mentre si indossano le cuffie, il materiale all’interno si muove, dando non pochi fastidi all’orecchio.

foto_trust_and_ozone-73

Come in ogni headset, anche le GXT 340 presentano un archetto superiore regolabile, esso è fatto per poter agevolare l’uso delle cuffie a qualsiasi persona. L’archetto ha un problema abbastanza importante: è scomodo. Il fatto che possieda delle strisce basse e molto dure che dovrebbero fare da rivestimento della parte in plastica, non agevolano l’uso prolungato di questo prodotto di casa Trust.
Un ultimo particolare è i cavo telato, il quale assicura robustezza nel tempo e l’assenza di nodi o grovigli del cavo.

Qualità Audio

Questo headset, essendo da gaming, possiede un microfono e come in un po’ tutte le cuffie in commercio, la qualità di quest’utimo non poi così eccelsa, risulta sempre un suono ovattato. Vi lascio una comparazione qui con un microfono da circa €100, fateci sapere cosa ne pensate. Il microfono, di per se, non è bello esteticamente ed a differenza di quello delle Ozone Z50, recensite qualche settimana fa, non è possibile farlo rientrare ma si può solo muovere angolarmente su un perno, infatti per nasconderlo basta portarlo verso l’alto.

foto_trust_and_ozone-77

Trust con queste cuffie, da come avrete potuto intuire, non ha fatto proprio un bel lavoro ed anche dal canto della qualità audio ci sono un po’ di cose da dire.
A quanto dice l’azienda, la risposta in frequenza spazia da 20 Hz a 20Khz, poco meno del range di un orecchio umano, mentre, facendo accurati test, il divario fra i bassi e gli alti è minore, infatti, la risposta in frequenza varia da 17Hz ai 15khz. La sensibilità è pari a ben 111 dB garantendo, quindi, un volume in uscita davvero elevato.

Le GXT 340 integrano un sistema 7.1 Surround virtuale, che a differenza delle altre caratteristica è da elogiare, infatti, facendo gli opportuni test di posizionamento dell’audio, si percepisce realmente la differenza tra l’audio proveniente da dietro e quello proveniente da davanti, una caratteristica da non sottovalutare, non essendo presente in molti headset attualmente in commercio.

Conclusioni

Quindi cari amici Sgleppatori, tiriamo le somme su questo prodotto. Indubbiamente esistono un sacco di altre opzioni attualmente in commercio che possono fare lo stesso lavoro delle GXT 340, e perlopiù ad un prezzo minore, costando queste €69.99, in qualsiasi caso se volete provare ad acquistarle per avere un’idea tutta vostra sulla qualità del prodotto potete farlo anche se io lo sconsiglio caldamente.

Fateci sapere che ne pensate, se le possedete o se le vorrete comprare.

Voto Generale5
Qualità Costruttiva5
Audio6.5
Microfono6
Ergonomia4.5
Prezzo4

stelle-1-su-5

Commenti