tuxamd

Ryzen sarà pienamente supportato?

Qualche settimana fa, AMD ha svelato i primi dettagli sulla nuova serie di CPU Ryzen, identificando la nuova soluzione per desktop pc a breve disponibile sul mercato.

amd-ryzen-zen-cpu_ryzen-cpu-1140x641

L’azienda ha mostrato al mondo come lavori la CPU, eseguendo diversi test, tra cui uno con Blender. Ricordiamo che Blender è un software Open Source e multi-piattaforma, quindi la domanda sorgerebbe spontanea: “se il test con Blender fosse svolto anche su ambiente GNU/Linux, quali sarebbero i risultati? La CPU lavorerebbe meglio?”

I testi svolti sono stati eseguiti esclusivamente su ambiente Windows, che sappiamo non essere tra i sistemi operativi più performanti per un pc (anche se Microsoft dal rilascio di Windows 8.1 e di Windows 10 pare aver risolto gran parte dei problemi noti nelle versioni precedenti), sebbene sia ancora il più largamente diffuso in ambito scolastico e gaming.

Pare proprio che l’intero evento sia stato organizzato prima di tutto per l’utenza che riguarda i videogiocatori, probabilmente la più incline ad acquistare immediatamente il nuovo prodotto. Non va però dimenticata quella fascia di utenza, professionale ovviamente, che potrebbe guardare all’uso esclusivamente lavorativo dei Ryzen.

L'immagine usata come esempio nel test di blender
L’immagine usata come esempio nel test di blender

Al momento non siamo certi, ma pare che distribuzioni con vecchie versioni del kernel Linux non trovino compatibilità con le nuove CPU di casa AMD e questo rappresenta sicuramente un grosso problema per i fedeli del pinguino. Tuttavia, secondo alcune indiscrezioni non ancora confermate, la nuovissima versione del kernel Linux, la v.4.10, sarebbe quasi pienamente compatibile con questa architettura e presto potrebbero essere rilasciati i primi test su ambiente GNU/Linux. Oltre al rilascio di diverse Patch di compatibilità, tra i principali lavori in corso ci sarebbe il supporto per il Multi-IOMMU (unità di gestione della memoria di ingresso-uscita) sui server con AMD Zen, che riguarderebbe circa 200 righe di codice, già alla sesta revisione.

Come detto, non siamo ancora in grado di dare un giudizio definitivo, in quanto lo sviluppo completo delle Patch critiche non è terminato, ma pare sulla buona via. Non ci resta che attendere presto notizie definitive in merito.

Commenti