maxresdefault

Per giocare a Battlefield 1 serve un super PC? No!

I ragazzi del canale LinusTechTips hanno pubblicato un video nel quale mostrano come il Frostbite Engine 3 sia un motore grafico spettacolare da vedere e al contempo leggero da riprodurre.

Il test parte verificando i possibili colli di bottiglia dovuti dalla CPU, dalla quantità di RAM  e della VRAM.

core

Notiamo come un qualsiasi processore con almeno 2 core e HyperThreading sia capace di eseguire fluidamente Battlefield, se poi si hanno 4 core veri si vede un’ ulteriore incremento delle performance, quindi un qualsiasi i5 basta per non avere problemi.

ram

Nei requisiti minimi si leggono almeno 8 GB di RAM per poter eseguire il gioco.
In realtà 4 GB bastano per non avere problemi di nessun tipo, ma con soli 4 GB di memoria consiglierei di eseguirlo con chiusi tutti i programmi in background per stare sicuri.

vram

La VRAM neanche a 4K influenza molto il Frostbite che fa registrare risultati simili con 4 GB o con 8 GB.

Ora veniamo a parlare delle GPU che ci vogliono per poter eseguire il titolo.

Iniziamo con i benchmark a risoluzione 4K con le impostazioni grafiche a Ultra (In tutto l’articolo saranno Ultra le impostazioni, salvo dove specificato diversamente)

4k

La RX470 riesce a garantire i 30 FPS, non esattamente il massimo per uno sparatutto, ma comunque un risultato di tutto rispetto; se si vogliono i 60 FPS bisogna virare d’obbligo su una GTX 1080 che va anche oltre questa soglia.

1440p

Scendendo di risoluzione, a 1440p, la RX460, in modo del tutto sorprendente, riesce a mantenere i 30 FPS, mentre vediamo che questa è la risoluzione perfetta per la RX470 che si stabilizza sui 60 frame per secondo.
Il fatto di vedere la Radeon RX 460, pensata principalmente per e-sports e titoli a 1080p reggere così bene a questa risoluzione fa capire quanto è scalabile il Frostbite 3.

1080p

Scendendo a 1080p la RX 460 guadagna una quindicina di frame, mentre la GTX 660 regge i 30 FPS, ricordiamo che questa scheda è il requisito “minimo” dichiarato dagli sviluppatori.
Notevole vedere come una scheda di ormai 4 anni fa riesca a far girare Battlefield 1 ancora così bene.

Questa scheda merita un approfondimento

gtx660

Se vogliamo giocare a 60 FPS e 1080p dobbiamo scendere a compromessi con i dettagli, impostarli a medi e goderci il gioco.
Peccato che questo non sia possibile per i vistosi artefatti se si impostano i dettagli a livello medio, basta salire di un gradino ,dettagli Alti, per vederli sparire e giocare a 45 FPS.
Questi sono i dettagli che consigliano per i possessori di questa scheda, perchè il gioco risulta giocabile e godibile anche visivamente e qualitativamente migliore della versione console che secondo un’ analisi di Digital Foundry sarebbe impostata sui dettagli medi della versione PC.

Il Frostbite 3 supporta anche le nuove librerie grafiche DirectX 12, ma non consigliamo di attivarle dalle opzioni.
Infatti per i possessori delle schede Nvidia questo si traduce in un leggero calo del framerate, mentre per chi ha le schede Radeon attivare questa opzione non porta nessun beneficio alle prestazioni.

dx

Che dire un analisi molto approfondita da parte dei ragazzi di LinusTechTips sul Frostbite Engine 3 che si rivela con sorpresa un motore molto scalabile in base alla macchina che lo andrà ad eseguire.

Commenti