dsc_0218-copia

Ozone Neon 3K, Campione in economia + Boson

Ciao a tutti amici Sgleppatori, oggi si recensiscono due prodotti di casa Ozone, il mouse economico Neon 3K e il mousepad mobile Boson. Senza perdere altro tempo, buttiamoci nella recensione.

dsc_0193
Iniziando dal piatto forte, il Neon 3K viene custodito all’interno di una scatola nera e rossa, colori classici dell’azienda, la cui parte frontale riporta il nome del mouse, una immagine dello stesso vista dall’alto e dei badge riportanti i tratti salienti del prodotto.

dsc_0194

Tali tratti sono riassumibili in un design ambidestro ergonomico (ambidestro ed ergonomico? possono andare a braccetto le definizioni? SPOILER: no), un sensore ad alta precisione da 3500 DPI, in particolare il Pixart 3320, ci torneremo in seguito, una retroilluminazione LED a 6 colori e dei piedini in gomma ad alto controllo.

dsc_0195

Proseguendo sul retro, troviamo altre caratteristiche del prodotto, che ricodano la presenza di 8 tasti programmabili, un sensore ad alta precisione, un pulsante adibito al cambio di DPI al volo, cioè senza passare dal software, secondo due profili preimpostati, una memoria interna da 120KB, sufficienti a memorizzare fino a 5 profili diversi e un sistema di retroilluminazione a 6 colori.
Inoltre ci viene ricordata la presenza di un software di controllo, scaricabile dal sito ufficiale, che vedremo tra poco.

dsc_0197

Aperta la confezione, ci troviamo davanti al mouse posto dentro ad una protezione in plastica, mentre il retro della parte anteriore riporta più dettagliatamente le feature del prodotto descritte poco sopra.

dsc_0188
dsc_0189
Il mousepad Boson è contenuto dentro una piccola confezione rettangolare, molto semplice, che riporta velocemente le caratteristiche di questo tappetino: è un tappetino, ovvio, è portabile perchè dalle dimensioni minuscole, può essere usato per proteggere lo schermo del Laptop dal contatto con i tasti della tastiera e ultimo, può essere usato per pulire lo schermo del vostro monitor e dei vostri occhiali (ma io non mi fiderei più di tanto.)

 

dsc_0200
Il bundle a corredo del Neon 3K è davvero esiguo, è presente, infatti, solamente il manuale di istruzioni rapido e un adesivo Ozone, spartano ma in linea con il prezzo a cui viene venduto il mouse, pari a 35€.

dsc_0201

dsc_0202

dsc_0203

dsc_0204

dsc_0210

Il mouse a prima vista risulta compatto e dalle linee sinuose, non indicate a chi utilizza una presa di tipo Palm, ma perfetto per chi predilige i tipi Claw e Fingertip. Il corpo è formato da due pezzi di plastica opaca uniti da un terzo di plastica lucida, la parte superiore è rifinita leggermente in materiale soft touch che la rende setosa al tatto.
Essendo pensato per un utilizzo sia per destrorsi che mancini, su ogni lato sono presenti due tasti laterali nella posizione in cui si posa il pollice durante l’utilizzo, sono ben posizionati ma abbastanza cheap al tatto, inoltre sarà inevitabile, per le prime settimane di utilizzo, premere per errore i tasti posti sul lato opposto al pollice con il dito anulare, certamente non ci troviamo nella situazione suggerita da Ozone sulla confezione, è sì ambidestro, ma non ergonomico.
Nella parte anteriore è presente un logo retroilluminato, mentre poco sopra troviamo un tasto con un foro atto a far passare la luce, normalmente adibito al cambio dei DPI e la rotellina in gomma, silenziosa ma anch’essa con un feedback abbastanza economico.
Nella parte inferiore troviamo due enormi pad scorrevoli in teflon, grazie ai quali il movimento del mouse è sempre fluido, e il sensore ottico Pixart 3320 già citato in precedenza.
Il cavo è rivestito in nylon intrecciato, molto robusto e spesso, alla cui estremità è presente un connettore USB placcato in oro, che impedisce l’ossidazione dello stesso in seguito a frequenti “stacca-attacca”.

dsc_0212
dsc_0215
dsc_0216

Il mousepad Boson è un tappetino dalle dimensioni estremamente contenute, caratterizzato solamente da un logo in basso a sinistra e il nome del prodotto a destra, la superficie è indicata per spostamenti veloci ed è vellutata al tatto.
Il retro è completamente in gomma antiscivolo di buona qualità: una volta posizionato sulla scrivania sarà davvero difficile spostarlo inavvertitamente durante le fasi di gioco. Il bordo è cucito invece che solamente incollato, e questo impedirà dopo mesi di utilizzo lo sfilacciamento della parte superiore, un plus non da poco.
Ultima caratteristica è la sottigliezza del prodotto: inferiore al millimetro, non darà, quindi, una sensazione di morbidezza per il polso, come fanno altri tappetini più spessi.

sw1

Il software di gestione è molto semplice ed immediato, nella parte inferiore è possibile scegliere uno tra 5 profili memorizzabili sulla memoria interna del mouse, ed in seguito personalizzarli.
In alto a sinistra è possibile assegnare ad ogni pulsante una funzione diversa, da alcuni aiuti come doppioclick, copia, incolla, ecc al cambio dei DPI, passando per tutte le azioni multimediali, come cambio traccia, pausa, volume ecc.
La parte centrale mostra un due differenti varianti la posizione e il nome dei vari pulsanti personalizzabili, oltre alla selezione del colore della retroilluminazione, i colori possibili sono sei: rosso, verde, giallo, blu, azzurro e viola. Il pannello di sinistra permette di scegliere i due livelli di DPI per ogni profilo, selezionare il polling rate desiderato e attivare/disattivare la prova immediata dei cambiamenti prima di salvarli in memoria.

macro
textmacro

Per quanto riguarda le macro, abbiamo due diverse modalità di registrazione: quella normale permette di registrare una qualsiasi sequenza di pressione dei tasti, sia della tastiera che del mouse, e memorizza quando sono stati premuti, quando vengono premuti e infine quando vengono rilasciati, ottima per creare macro di azioni di gioco.
La seconda modalità è indicata al solo testo e permette, attraverso la pressione di un pulsante, di scrivere immediatamente una porzione di testo preimpostato.

dsc_0220
Ma come funzionano i prodotti?
Partendo dal più semplice dei due: il Boson viene venduto ad un prezzo di listino di soli 6.90€, è ottimo per chi gioca su di un laptop in mobilità e vuole avere sempre una base scorrevole e uniforme per il proprio mouse, o per chi è in cerca di un piccolo tappetino per il pc e non vuole andare su una marca sconosciuta da supermercato.
Personalmente non l’ho apprezzato, per il semplice fatto che è troppo sottile per il mio utilizzo e quindi non forniva un supporto morbido per il polso. Non è però un difetto, in quanto è pensato per la mobilità e deve, quindi, essere sottile.

Passando al Neon 3K, il giudizio si fa più difficile, in quanto adattarsi al cambiamento di mouse è decisamente critico e richiede del tempo per adattarsi alla nuova conformazione e disposizione dei tasti. (Ozone non mi odiare, per recensire il prodotto ho avuto bisogno di tutto il tempo possibile)

Dopo circa tre settimane di utilizzo, posso dire che per i soli 35€ a cui è venduto il mouse ci sono più pro che contro, ad iniziare dall’ottima qualità del materiale utilizzato per la superficie del prodotto, dal sensore ottico Pixart 3320 sempre preciso e scorrevole, che non mi ha fatto mai ripiangere la presenza di uno Laser. Il cavo robusto resiste bene allo sfregamento contro il bordo della scrivania e la leggerezza del mouse lo rende piacevole da utilizzare e mai affaticante.
La presenza di una memoria a bordo del mouse permette di utilizzare anche su un computer sprovvisto del software di gestione i vari profili DPI impostati, ma non le macro configurate.
Personalmente non vado matto per il design ambidestro, la prima settimana di utilizzo è stata critica anche perchè non mi sono trovato ad utilizzare questo mouse con la mia presa Palm, ho dovuto adattarmi ad esso e ad evitare di premere i tasti laterali posti sul lato opposto a quello in cui dovrebbero essere presenti seguendo un design ergonomico.
Una volta adattato, ho iniziato ad amare questo mouse per i motivi descritti prima.
Passando ai contro, posso dire che sono relazionati solamente alla natura economica del prodotto, ad esempio il feedback che viene restituito alla pressione dei tasti laterali e della rotellina è molto cheap, l’assemblaggio delle parti di plastica non è perfetto, in quanto al buio è possibile intravedere la retroilluminazione attraverso i punti di contatto con i pulsanti laterali, mentre non è stato tenuto conto, in fase di progettazione, che il led che permette di far funzionare il sensore ottico, ha una luce molto intensa: Il logo Ozone posto sulla parte anteriore del mouse subirà una variazione di colore da quello scelto tramite software, ad una sua fusione con quello rosso del LED. È una cosa di poco conto, in quanto difficilmente muoverete il mouse vedendo il logo, che risulterà coperto dalla vostra mano.
dsc_0227dsc_0225

 

 

 

 

 

Arrivando alle conclusioni, non posso che consigliare l’acquisto del Neon 3K a chiunque cerchi un mouse economico funzionale, rapido e piacevole da utilizzare, con un design adatto a chiunque (magari dopo un po’ di adattamento) e con il plus di avere una memoria a bordo per memorizzare i profili preimpostati, cosa non comune in questa fascia di prezzo, dato il prezzo di vendita di soli 35€.
Per quanto riguarda il Boson, il suo irrisorio prezzo di vendita (poco meno di 7€) lo rende adatto a chi gioca in mobilità, date le sue dimensioni contenute, o per chi cerca un mousepad economico e che occupi poco spazio sulla scrivania.

NEON 3K

Voto Generale8.5
Ergonomia7.5
Funzionalità9
Software8
Prezzo9

stelle-4-su-5

BOSON

Voto Generale7
Ergonomia6.5
Funzionalità7
Prezzo8.5

stelle-3-su-5

Commenti