main_windows10-B

Ottenere un rimborso Windows? Ora si può!

Quando compriamo un PC nuovo abbiamo molti dilemmi da risolvere ed uno di questi riguarda il Sistema Operativo. Non è sempre una scelta facile da fare, anche alla luce dei recenti problemi che alcuni SO hanno dato; vedi Windows Vista e Windows 8.

E se vi dicessimo che potete ottenere un rimborso su qualsiasi PC compriate? E magari che potete installare qualsiasi SO senza compromettere la garanzia? In questo articolo vi spiegano come e perché!

EULA e OEM

Iniziamo, prima di tutto, col dire che Windows è un software con Licenza EULA (End User License Agreement), ovvero un software che pone molti limiti al suo utilizzo. Infatti bisogna anche pagarlo per usarlo. Inoltre, alcuni Sistemi Operativi sono OEM (Original Equipment Manufacturer), vale a dire prodotti legati ai produttori di Personal Computer che utilizzano altri prodotti di terze parti (Sistemi Operativi e software applicativi) per realizzare un prodotto finito da immettere sul mercato. La cosa sembra naturale a tutti noi, visto che siamo abituati ad avere un prodotto pronto e finito sullo scaffale del negozio che chiede solo di essere acquistato.

microsoft

La svolta

In Italia, il Dott. Lo Tufo, Giudice di Pace di Firenze, nell’emanazione della sentenza nella causa civile n.3065/06 R.G. che vede protagonisti un acquirente privato e l’HP ITALIA, ha creato un precedente di non poco interesse. In poche parole, un acquirente voleva comprare un portatile HP, ma lo voleva senza sistema operativo, perché voleva un PC nuovo su cui installare una distribuzione Linux. Questo comporta che l’utente avrebbe dovuto cancellare un programma che gli veniva forzatamente venduto, senza che esso lo volesse. Come abbiamo detto poco fa, Windows ha un costo che incide sul valore finale del PC. La causa si è conclusa a favore dell’utente che ha ottenuto un rimborso.

La sentenza

Riportiamo qua la storica sentenza:

«Riconosciuta in causa dalla Hewlett Packard la scindibilità tecnica tra struttura del computer (hardware) e sistema operativo presente su di esso (software), […] Tale software contiene il cosiddetto contratto di licenza d’uso (EULA) con le condizioni per il suo utilizzo da parte del compratore. Il testo prodotto […] dichiara preliminarmente che tale contratto intercorre tra l’utente e il “produttore del computer o di un suo componente” presso il quale l’utente ha acquistato il prodotto, precisando anche che il termine computer viene utilizzato per indicare l’hardware. Aggiunge che qualora l’utente non accetti le condizioni del contratto “dovrà contattare prontamente il produttore per ottenere informazioni sulla restituzione del prodotto o dei prodotti e sulle condizioni di rimborso in conformità alle disposizioni stabilite dal produttore stesso”. Afferma la convenuta che tali clausole sono state stabilite unilateralmente da Microsoft. […]Del resto il rimborso appare dovuto, sussistendo per l’utilizzo del software un contratto separato (con condizioni oltretutto molto particolari) che il compratore non ha possibilità di conoscere prima di aver comprato il prodotto (né è certo sufficiente a tal fine che gli opuscoli indichino che il computer è equipaggiato con un “certo” software) e che, se non accettato, impone appunto di restituire quella parte dell’acquisto lasciando il compratore con un prodotto comunque diverso e di minor valore rispetto a quello pagato […] Per quanto detto si ritiene che la convenuta società debba essere condannata a rimborsare […] il valore dei due indicati programmi Microsoft, previa loro restituzione».

In pochissime parole, l’accordo che esiste tra Microsoft ed il produttore non può in alcuno modo incidere sulle intenzioni dell’acquirente, che avrà diritto al rimborso.

Anche l’ADUC entra in battaglia

A seguito di questa sentenza, altre cause arrivarono in giudizio, seppur con esiti diversi. Questo fino al 2014, quando l’Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori (ADUC) riuscì ad ottenere una sentenza dalla Corte di Cassazione che finalmente metteva fine alle diatribe e riconosceva definitivamente questo diritto dl rimborso.

ubuntu14

Chi può ottenere il rimborso

Chiunque può chiederlo e senza ragione alcuna. Infatti, se fossi già possessore di una licenza valida di Windows o semplicemente voglio installare un sistema operativo open source, posso ottenere tale rimborso. Al momento sono pochi i produttori più noti che aderiscono:Asus e Acer. Altri come HP e Dell non hanno ancora avviato ufficialmente un canale per ottenere il rimborso.

Come ottenere il rimborso

Purtroppo ogni produttore agisce in modo differente per rilasciare il rimborso. Sul sito http://www.sistemainoperativo.it/ trovate maggiori informazioni sui diversi rimborsi. In ogni caso, fate sentire sempre la vostra voce, perchè questo è un vostro diritto.

Commenti