copertina

NZXT H440 v2015 – Bello e Silenzioso

Ciao amici Sgleppatori, oggi vi porto la recensione dell’ormai rodato case di casa NZXT, tale H440 modello v2, ovvero quello commercializzato dal 2015 ad oggi. Seguite la recensione, e capirete perchè pagare di più per un case di qualità, spesso vuol dire pagare meno!

Confezione e Aspetto Esterno

dsc_0344
dsc_0346

Il prodotto viene consegnato all’interno di una banalissima scatola di cartone, nessuna grafica su nessuno lato. All’interno troviamo il case protetto in due gusci di polistirolo, più una busta di plastica. Tutte cose noiose fino ad ora, ma passiamo oltre.

dsc_0347
dsc_0375

Il lato destro si presenta completamente pulito, è possibile notare solamente la grata laterale del pannello frontale, dalla quale le ventole pescheranno l’aria fresca da immettere nel case. La parte retrostante è completamente ricoperta da materiale insonorizzante, che però mostra una delle sviste da parte di NZXT in fase di progettazione di questo case: questo materiale morbido va a premere con i cavi già presenti al momento della spedizione, rovinandosi in modo irrecuperabile. Non è un aspetto importante, dopotutto non inficia il funzionamento dell’insonorizzazione,  è solo brutto da vedere.

dsc_0358
dsc_0362

La parte frontale dona un aspetto di un grosso ed elegante monolite nero, con un taglio trasversale nella parte superiore che facilita la rimozione del pannello superiore, con l’unico piccolo dettaglio posto in basso, un logo NZXT impresso nel metallo, per il resto le foto parlano più di quanto possa fare io (anche perchè sto scrivendo).

dsc_0414
dsc_0416

Rimosso il pannello frontale, notiamo la presenza di materiale insonorizzante e di un filtro posto davanti alle ventole presenti in bundle, ovvero tre FN V2 da 120mm, che, volendo, è possibile sostituire anche con 2 esemplari da 140mm o un radiatore da 240mm, grazie alla presenza di ampie strisce orizzontali adibite al fissaggio delle viti, al posto dei singoli fori.
Il filtro removibile è magnetico, rimane ben ancorato in posizione quando fissato.

dsc_0352

Grazie al pannello laterale di sinistra, finalmente abbiamo qualcosa su cui chiacchierare. Da questo lato, la parte frontale non presenta nessuna griglia, la quale però è presente nel pannello superiore, dalla qual verrà buttata all’esterno l’aria calda prelevata dall’interno del case. Ciò che caratterizza questo pannello, e questo case, è la finestra laterale in acrilico, dalla tonalità fumè, che permette la visione dei componenti interni, se dotati di illuminazione propria. (Ovviamente se siete Sgleppatori, è ovvio che ne siate forniti.)

dsc_0374

L’interno di questo pannello, come tutti i pannelli del case, è fornito di materiale insonorizzante, il quale dovrebbe assorbire il rumore e le vibrazioni prodotte dalle ventole dei componenti ed evitare la loro dispersione all’esterno.

dsc_0353

La parte posteriore presenta una ulteriore griglia nel pannello superiore, il foro per il pannello di I/O della scheda madre, fori con asole predisposte per il passaggio dei tubi per un eventuale sistema a liquido custom.

dsc_0368

In particolare, nell’area riservata ad una ventola posteriore, possiamo notare come, al posto dei canonici fori per le viti, sono presenti dei tagli verticali, grazie ai quali sarà possibile personalizzare al massimo la posizione delle ventole da 120mm o da 140mm che andremo ad utilizzare, così da massimizzare la compatibilità del case con qualsiasi tipo di AIO a singola ventola. (Insieme al case sarà già fornita una ventola da 140mm modello FN V2).

dsc_0419

Il vano per l’alimentatore è caratterizzato dal peculiare sistema di montaggio già visto su altri prodotti NZXT, consistente in una mascherina rettangolare da attaccare al PSU mediante le viti in dotazione, la quale verrà poi fissata al case attraverso le viti tool-less presenti in ogni singolo aspetto del case.

dsc_0417
dsc_0418

Piccola, grossa, chicca di questo case è la presenza di due led bianchi adibiti all’illuminazione del retro del case, che facilita lo stacca-attacca di cavi usb, jack audio, cavi video, quando il case è posizionato in luoghi angusti dove non batte il sole.

dsc_0356

Sul fondo del case troviamo un’altra feritoia del pannello anteriore per il pescaggio dell’aria fresca, quattro piedini in gomma antiscivolo per rialzare il case dalla superficie d’appoggio e il filtro removibile per la ventola dell’alimentatore.

dsc_0365
dsc_0408
dsc_0409

Il pannello superiore è provvisto di ben quattro porte USB, di cui due 2.0 e due 3.0. Accanto ad esse sono presenti i jack da 3.5mm per cuffie e microfono. Dal lato opposto è presente il grosso pulsante di accensione con led bianco integrato e sopra di esso un piccolo tasto di reset. Cosa decisamente lodevole da parte di NZXT è il fatto che, rimuovendo il pannello superiore, esso sia separato dalla sopracitata componentistica, evitando il fastidio di dover destreggiarsi con cavi non rimovibili attaccati ad un pannello del case.
Ovviamente anche questa parte presenta del materiale insonorizzante lungo tutta la superficie interna.

 

Aspetto Interno e Montaggio

dsc_0404
dsc_0403

Messo a nudo, così è come si presenta il nostro H440 nella parte principale, ovvero il quella laterale sinistra: saltano subito all’occhio un po’ di cose, come l’enorme taglio posto sul retro della scheda madre, che facilita il montaggio dei sistemi di ritenzione per AIO e dissipatori CPU, il vano in basso, riportante un logo NZXT illuminato a led, che separa l’alimentatore dal resto dei componenti, donando ordine ed eleganza all’aspetto estetico. Sulla parte superiore di esso troviamo la predisposizione per il montaggio di due SSD in bella vista, aspetto decisamente peculiare dei prodotti dell’azienda.
Oltre a ciò, notiamo come siano anche stato completamente coperto lo spazio riservato all’installazione degli hard disk da 3.5″ che vedremo in seguito, il che dona ancora una volta un aspetto pulito ed elegante al case. Sono presenti inoltre molte feritoie per il passaggio dei cavi, poste in modo estremamente intelligente: due dietro le predisposizioni degli SSD, una verso l’esterno, perfetta per il passaggio dei cavi di alimentazione della scheda video. La classica zona laterale è formata da tre feritoie ricoperte di asole in gomma, ed è ruotata di qualche grado verso la scheda madre, il che crea più spazio nella parte retrostante per la gestione dei cavi, senza risultare sgradevole alla vista.

dsc_0411
dsc_0412

La parte superiore presenta la predisposizione per radiatori fino a 360mm, oppure per due ventole da 140mm o tre da 120mm. Anche qui, al posto dei singoli fori predisposti, sono presenti fori orizzontali, attraverso i quali è possibile posizionare le ventole a proprio piacimento.

dsc_0382

Idsc_0378l lato destro è pieno di succosi dettagli, andiamoli ad analizzare insieme.
In altro a destra, oltre agli ampi fori per il passaggio dei cavi di alimentazione CPU, notiamo un piccolo chip, che gestisce, attraverso la pressione di un pulsante posto sul pannello posteriore, l’illuminazione dei led delle porte di I/O e del logo NZXT sulla cover dell’alimentatore.
dsc_0381Sotto l’ampio taglio per il montaggio di dissipatori, è presente un secondo chip, decisamente più grande del primo, che altro non è che un hub per ventole: utilizzando un singolo connettore PWM da 4 pin della scheda madre. più un connettore di alimentazione Sata, sarà possibile regolare fino a 8 ventole addizionali. Ennesima chicca di NZXT, in quanto prodotti del genere è difficile trovarli aftermarket, e soprattutto ad un prezzo onesto.

 

dsc_0439
dsc_0440
dsc_0383

Il sistema di montaggio degli hard disk da 3.5″ è anch’esso tool-less, e consiste in una piastra metallica alla quale fissare il disco, fissata al case attraverso due viti. Semplice, funzionale. Le piastre sono predisposte di strisce in gomma, per limitare le vibrazioni dei dischi e insonorizzare ulteriormente il case.

dsc_0400
dsc_0393

Il bundle è posto in uno degli slot per hard disk, e consiste in un manuale di montaggio estremamente dettagliato e ben fatto, un piccolo flyer pubblicitario riportante il resto dell’offerta NZXT, un adesivo dell’azienda, varie viti per il montaggio di scheda madre, alimentatore, ventole e hard disk/ssd, e un cospiscuo numero di fascette in plastica, anche qua non si è badato a spese.

dsc_0427

Passando al montaggio, il case supporta il montaggio di schede madri ATX, MicroAtx e Mini-ITX, anche se le prime sono caldamente consigliate, data la perfetta fusione con il resto del case.

dsc_0422

Un dettaglio che facilita enormemente il fissaggio della scheda madre al case, è questo piccolo cilindro metallico, che va a sostituire una vite di fissaggio, e la tiene in posizione già appena inserita.

dsc_0430
dsc_0432
dsc_0433
dsc_0446

Le varie predisposizioni per il passaggio dei cavi sono, come già detto, pensate estremamente bene, sono posizionate esattamente dove si vorrebbe che fossero.

dsc_0435
dsc_0437

Ci tengo a fare un ulteriore plauso al sistema di montaggio degli SSD sopra la cover della PSU, è decisamente bello a vedersi, ma non per questo scomodo: i fori retrostanti permettono un cable management perfetto e bello a vedersi. Solo l’orrendo cavo USB 3.0 può creare grattacapi e non appagare la vista, ma, in attesa di uno standard migliore che mai arriverà, non possiamo che accontentarci.

dsc_0448

Lodevole anche l’enorme spazio libero tra top del case e scheda madre, come potete vedere dalla foto, è possibile montare radiatori in configurazione push-pull senza problema alcuno.

dsc_0426
dsc_0441
dsc_0442
dsc_0443
dsc_0447
dsc_0449
dsc_0451
dsc_0452

Conclusioni

Sebbene ormai abbia qualche anno alle spalle, questo H440 di NZXT, recensito oggi nella versione del 2015, è ancora un prodotto estremamente attraente, bello da vedere, dagli ottimi materiali e delle scelte stilistiche e di progettazione geniali.
Presenta, però, alcune sviste, come il danneggiamento del materiale insonorizzante nel pannello laterale, la fragilità della verniciatura della struttura interna, in quanto basta stringere troppo forte una vite di fissaggio delle ventole per rovinarla, e un sistema di montaggio degli hard disk che poteva essere fatto meglio.
L’insonorizzazione è onnipresente, ma potrebbe essere più efficace, lo spazio utilizzabile per il cable management del lato destro poteva essere più generoso.

In conclusione, con 130€ potete portarvi a casa un case bello, moderno, avente un bundle completo, un hub per ventole incluso, già pronto ad essere utilizzato grazie alle sue 4 ventole presenti, spazioso e sicuramente future-proof, grazie a delle scelte di progettazione decisamente azzeccate.

Voto Generale9
Qualità9.5
Funzionalità9
Bundle9
Prezzo8.5

stelle-5-su-5

 

 

 

 

Commenti