copertina_480_n

Nuova AMD RX 480, il suo costo? $199

AMD ha iniziato questo computex con il botto annunciando la Radeon RX 480, prima GPU basata sulla nuova architettura Polaris.
Questa nuova scheda entrerà sul mercato dal 29 giugno a 199 dollari (esentasse) tentando di risollevare la attuale situazione AMD sul mercato delle schede video.

scheda

Le caratteristiche annunciate per la nuova GPU Polaris sono le seguenti:

GPUPolaris 10
ArchitetturaGCN 1.4
TFLOPS>5
BandWidth memoria224/256 GB/s
Bus memoria256bit
Quantità memoria4-8GB
Tipologia memoriaGDDR5
Alimentazione1x6pin
Display Port1.3/1.4 HDR
Power150 Watt

tdp

Il TDP di questa scheda è di 150 watt grazie sopratutto al processo a 14 nanometri FinFET.
Secondo le dichiarazioni di AMD questa scheda offrirebbe prestazioni tra la R9 390 e la R9 390X, consumando poco più della metà.

Le prestazioni di questa scheda le consentiranno di entrare anche nel mondo dei VR di Oculus Rift ma anche di Valve/HTC Vive, che richiedono, come minimo, una R9 290.

L’azienda sul palco ha inoltre dichiarato che ci sono altre schede pronte a sbarcare sul mercato, con almeno una definita “HTC Vive Ready” e “Oculus Rift certificated”.

AMD ha voluto mostrare al pubblico di Taipei un grafico che mette in evidenza la differenza tra un CrossFire di RX 480 ed una sola 1080, facendo vedere che con un prezzo inferiore ai $500 del CrossFire si ottiene una potenza maggiore di una 1080 che in commercio è venduta al prezzo di $700.

2gpu

Non sono stati mostrati alcuni test della scheda singola contro le attuali rivali di casa NVidia (1070, 1080) però si può ipotizzare che l’obbiettivo di questa scheda sia di affrontare una futura 1060, magari avendo anche il vantaggio di essere messa sul mercato prima.
Infine, è giusto ricordare che AMD ha ancora in serbo due nuove architetture (Navi e Vega) in quest’ultima, sopratutto, verranno implementate le memorie HBM2 quindi penso che le notizie da parte di AMD non siano finite qui, consiglio a tutti di stare allerta perché AMD potrebbe ribaltare la situazione attuale e prendere di diritto lo scettro del potere delle schede video, in mano ad NVidia da ormai molti anni.

Commenti