MSI-Z270Mobos-16

MSI Z270 e l’overclock autonomo estremo

Tutte le schede madri di fascia “Gaming” o “Enthusiast” degli ultimi anni vengono fornite di una tecnologia di overclock automatico della CPU, che permette di aumentare leggermente le frequenze premendo solamente un pulsante o spuntando una voce nella configurazione dell’ UEFI.

Oggi MSI vuole portare all’estremo questo tipo di tecnologia, fornendo nelle sue schede madri basate su architettura Z270 la feature “Game Boost” che, grazie ad una sequenza di overclock autonomo “trial and error” continua ad aumentare tensione e frequenza tenendo d’occhio la temperatura raggiunta dalla CPU, fino a trovare la perfetta stabilità di sistema e temperature massime inferiori ai limiti imposti da Intel.

1

In condizioni ideali, ovvero quando l’alimentatore usato è di buona qualità e la CPU è raffreddata a liquido, sia esso custom o AIO, il Game Boost è stato in grado di portare a 5.2Ghz stabili un i7-7700K, con una tensione di 1.507 Volt, ovvero ha fornito un notevole incremento di 1Ghz sulla frequenza base.

Cattura
Sebbene 1.5v siano davvero una enormità se rapportati al voltaggio stock di 1.2v, è comunque notevole il passo avanti fatto sotto questo tipo di tecnologia, che fa ben sperare per la tecnologia SenseMi implementata da AMD nelle sue CPU Ryzen di prossima uscita, che sembra essere una versione più avanzata di Game Boost, grazie all’utilizzo di sensori all’interno della CPU e di altri componenti di sistema.

 

Commenti