raspberrypi-3

impariamo a utilizzare il Raspberry Pi parte 1: introduzione

Qualche tempo fa avevo già parlato di mini pc in questo articolo, dove andavo a presentare l’Orange pi Zero, un pc con wi-fi che costava solo 6 euro. Nell’articolo avevo sottolineato come il prodotto fosse un concorrente diretto del Raspberry pi.

In questa serie di piccole guide cercherò di mostrarvi, passo passo, come configurare proprio il Raspberry pi, partendo da ciò che serve per “accenderlo”, per poi addentrarmi in alcuni degli svariati utilizzi che questa schedina da 30 dollari può avere. Inoltre seguendo questa serie di articoli, imparerete qualche comando base di Linux (sistema operativo utilizzato dal Raspberry) che può sempre tornare utile in futuro.

Partiamo subito a spiegare cosa è il Raspberry pi. Fondamentalmente è un pc molto economico, che viene venduto senza “case”, ovvero solo la “motherboard” con saldati ovviamente CPU,RAM…

pi4specifiche:

Il Raspberry pi 3 ha 512mb di RAM( sembrano pochi ma sono più che sufficienti), un processore quad core ARM Broadcom( comparabile a quello di un cellulare base di gamma) che opera a 1 GHz, ben 4 porte USB, 1 HDMI e connessione Ethernet o Wi-Fi. Vi starete ora chiedendo dove sia l’HDD, ebbene, sappiate questi computer utilizzano una scheda Microsd come memoria di massa sia per i programmi che il sistema operativo.

Quindi cosa serve per iniziare a lavorare con il pi? Ecco la lista di ciò che dovrete reperire

  • Raspberry pi 3(o il 2, però più lento e senza supporto Wi-Fi)
  • micro sd da almeno 8gb classe 10
  • mouse e tastiera usb(vanno benissimo quelli del vostro pc)
  • alimentatore 5V 2A(i caricabatterie dei cellulari spesso vanno bene)
  • un pc con già installato windows/OSX
  • schermo con attacco HDMI e relativo cavo(va bene quello del vostro pc)
  • Mini dissipatori(opzionali, ma consigliati)

91cefn9xxl-_sl1500_

Per chi dovesse comprare la maggior parte di questi pezzi, in rete  vengono offerti dei kit già completi di sd,alimentatore e Raspberry pi.

 

Commenti