img_20161022_111403_stereo-1

Archos Computer stick: Un dejavù da salotto

Non è la prima volta che vi parliamo di “pc da salotto”, sia sul canale che qui sul sito.  Questo ha lo stesso form-factor del Pipo X1s e specifiche. Tuttavia Archos sfoggia un look azzurro metallizzato niente male.

img_20161022_111455_stereo

Specifiche tecniche:

  • CPU : Intel® Atom™ Processor Z3735F / Quad-Core @ 1.33 GHz
  • GPU : Intel HD Graphic(Gen7) / Dual-Core
  • RAM : 2 GB
  • Internal Storage : 32 GB (di cui 20 liberi)
  • Wifi : b/g/n
  • Bluetooth : Bluetooth Smart Ready (4.0)

Partendo a bomba nella confezione è presente solamente la stick, un alimentatore da 2.0A USB ed un po’ di manuali. Cosa apprezzata visto che è un dispositivo ready to go.

img_20161022_111403_stereo-1

Proseguendo con il pc noteremo, oltre al pulsante di accensione, una full size USB 2.0 affiancata dalla porta micro usb per l’alimentazione.

img_20161022_111504_stereo

From the other side abbiamo una porta USB OTG ed uno slot micro-SD.

img_20161022_111510_stereo

Sulla scatola c’è scritto che è preinstallato l’intel remote keyboard, software di cui abbiamo già parlato con il pipo che permette, tramite una app, di utilizzare il nostro telefono come un mouse e tastiera, tuttavia al primo avvio non risulta dalla scansione effettuata dall’applicazione sullo smartphone e quindi, richiederà una tastiera provvisoria per attivarlo. Questo aspetto è da tenere molto in considerazione per chi monterà questo pc dietro una tv montata su un muro.

img_20161106_084351

Di persè l’accensione è “fastidiosa” e mi ha causato non pochi problemi. Non appena collegheremo l’alimentazione, il pc si accenderà velocemente per poi spegnersi. Schiacciando rapidamente il tasto bianco non accadrà nulla, dandoci l’impressione che sia rotto facendoci andare nel panico– come il sottoscritto-. In realtà dovremo solamente tenere premuto per qualche secondo finchè non si avvierà.

img_20161106_084254

Facendo un rapido paragone con il pipo, che si accendeva non appena avessimo inserito la presa, rendendo comodo per chi spegne più dispositivi elettronici prima di andare a dormire tramite le classiche ciabatte, visto che, all’utilizzo successivo si sarebbe riacceso da solo senza richiedere il nostro intervento. Qui abbiamo un enorme problema per chi lo vuole usare come media center pc. Se salta la corrente cosa fai? Tiri giù la tv per riaccenderlo? E se malauguratamente al posto di riavviarlo lo spegni? Sembrano problemi da poco ma fanno pregiudicare l’acquisto a molti visto che lo rendono poco pratico.

img_20161022_111427_stereo

Nella vita quotidiana si comporta bene tutto sommato, parliamo di un dispositivo che costa sulla centinaia d’euro e che consuma 20W. Visto che ci è stato fornito un sample non nuovo, non ci è possibile dirvi quali software siano installati effettivamente di fabbrica, ma vi possiamo confermare che qui, a differenza del pipo, Windows 10 è attivato. Sembra una cosa da poco ma mostra una certa cura da parte di Archos.

A differenza dei tanti mini-pc android, qui avremo una piena compatibilità con i programmi che siamo abituati ad utilizzare sul nostro pc fisso e, grazie al windows store che ho rivalutato con questo prodotto, le app compatibili con win10.

img_20161106_084740_hdr

I problemi legati al multitasking sono anche qui dovuti al quad core atom, che soffrirà un po’ nel tenere aperti 234 programmi in contemporanea. In fondo non è questo il suo compito. Le app mobile di microsoft office vengono eseguite egregiamente, molto meglio di quelle desktop essendo più leggere.

Essendo parte dello sglepboys group come potevo non smontarlo per vedere cosa si cela sotto il cofano? Durante le serate d’utilizzo, sentendo un rumore di fondo, simile ad una ventola, mi è sorto un dubbio:” E se le somiglianze con il pipo non si fermassero alle specifiche ed alla disposizione delle porte?”.

Armatomi quindi di mini cacciavite, ho rimosso anche qui le uniche due viti che tenevano ferme la scocca metallica e ho trovato una “grande differenza”. La ventola qui è bianca, per il resto è identico al pipo.

img_20161022_111824_stereo
Archos stick
Pipo X1s
Pipo X1s

In conclusione che dire di questa computer stick di Archos? Beh è un buon prodotto in relazione al suo prezzo, come il pipo del resto. Ma la scocciatura dell’accensione risulta essere un vincolo troppo forte per chi vuole “dimenticarselo” dietro al tv, anche se, in un’ottica diversa, previene accensioni indesiderate.

Qualità prezzo8
Materiali8.5
Prestazioni6
Praticità e falicità di utilizzo5

Voi avete dispositivi simili in casa? Come vi trovate? Sono android o windows?

 

stelle-3-su-5

 

 

 

Commenti