EPYC

AMD risponde alle insinuazioni di Intel su EPYC: 4 cpu desktop “incollate”?

L’ATTACCO DI INTEL

Pochi giorni fa Intel ha reso pubbliche delle slide del suo settore marketing destinate ai partner commerciali. In queste slide in particolare ha fatto scalpore l’attacco diretto alla concorrenza AMD nel settore server definiti con termini derogatori e nessuna reale comparazione diretta. In particolare i processori EPYC sono stati definiti come “4 processori desktop incollati insieme”.Intel-AMD-Naples-Reply-21-1080.2528077803

 

Questo genere di attacco, definito “infantile” da buona parte della stampa informatica internazionale, trova ben poco riscontro nella realtà dei fatti, e AMD sicura delle capacità dei suoi processori non si è lasciata trascinare in un battibecco poco degno di aziende di questo calibro.

La risposta è molto semplice: “Questi sono i dati, questi sono i risultati: spero risulti evidente che Epyc non siano 4 desktop cpu incollate”.

 

C’è una teoria in giro che EPYC sia solo 4 processori desktop incollati insieme. Quando si esaminano tutte le presentazioni di Mike Clark, circa le dimensioni e le caratteristiche di memoria che ha incorporato nel core e quando si sente da Kevin dei miglioramenti di sicurezza che sono lì dentro, quando si sente da Jerry circa il superamento della larghezza di banda di memoria tra i dispositivi, si sente  da Sam dalle caratteristiche di determinismo che non sono disponibili dalla concorrenza, che sono state costruite per l’impresa. Auspicabilmente vi renderete conto che questo non è un processore desktop incollato. “- Scott Aylor, SVP e GM Enterprise Solutions.

La calma e compostezza con la quale AMD ha risposto evidenzia quanto l’azienda sia confidente nelle capacità dei loro processori.

“Avremmo potuto costruire un design “monolitico”? Assolutamente. Ma avrebbe comportato compromessi che avrebbero trascinato in basso le nostre performance, perché sarebbe stato troppo grande e troppo difficile da produrre. “Rompere la legge di Moore” è quello che abbiamo fatto con Infinity Fabric.”- Scott Aylor, SVP e GM Enterprise Solutions.

L’ARCHITETTURA DI EPYC

EPYC di AMD si basa sulla revisione B1 di Zen. È architettonicamente inferiore a Intel? Sì, in HPC.
Ha davvero importanza nelle applicazioni nel mondo reale? Ben poco.

Una delle più famose debolezze di Zen è che ha un’implementazione FMA a 2x 128 bit, equivalente al Sandy Bridge uArch. Haswell aveva un’implementazione FMA a 2x 256 bit e Intel Skylake-SP ha un’implementazione FMA 2x 512 bit. Ciò si traduce in 8 DP FLOPS /clock per Sandy Bridge/Zen, 16 DP FLOPS/clock per Haswell/Broadwell e 32 DP FLOPS/clock per Skylake-SP con AVX-512. Ciò è circa 4x le prestazioni dell’architettura di Zen e chiaramente la scelta superiore per le attività HPC.

Detto questo, AMD è stata molto chiara fin da subito circa il fatto che l’architettura Zen non sarà la migliore per tutti i compiti e la maggior parte delli lavori attualmente non vengono eseguiti in AVX 512 e non lo saranno per un bel po ‘di tempo.

Se si divide il mercato nel segmento HPC e nel datacenter/server, quest’ultimo risulta molto più grande. L’architettura Zen ha una debolezza in termini di HPC, ma è facilmente superata dal notevole vantaggio in performance/$ così come dal fatto che i server ed i data-center non hanno bisogno di un livello di precisione così alto e Zen si comporta egregiamente in questo ambiente.

EPYC di AMD è senza ombra di dubbio una breccia nel monopolio di Intel e segnala un vero e proprio ritorno in grande stile di AMD nel x86.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’ECOSISTEMA SERVER/DATACENTER

I maggiori clienti di questo settore sono i Big Seven+1 (Google, Facebook, Amazon, Microsoft, Baidu, Alibaba, Tencent e AT & T) e rappresentanti di numerose importanti aziende sono saliti sul palco e hanno espresso il supporto per la piattaforma tra cui Baidu, Microsoft, Supermicro, Dell, Xilinx, HPE, Dropbox, Samsung e Mellanox. AMD ha anche il supporto di OEM come Dell e HPE, e Sugon consente a AMD di entrare anche nel mercato ODM. Xilinx e Mellanox sono partner chiave che potrebbero contribuire a compensare gli obiettivi di Intel.

 

fonte: wccftech

Commenti