Ve lo ricordate? Cri ne ha recensito uno uguale sul canale

144Hz: Meglio del 4k@60?

Piccola premessa: In questo articolo esporrò il mio particolare punto di vista basato sui giochi che ho usato nell’ultimo periodo. Questo perché mi piacerebbe che anche voi, nei commenti, esponiate le vostre opinioni.

Recentemente sono passato da un 27” IPS @60Hz ad un 24” TN @144Hz, mantenendo la risoluzione a FHD. Tralasciando il diverso tipo di pannello la principale differenza è il refresh rate. Il tutto utilizzando una Inno3D GTX 970 Herculez ultra stock.

Ovviamente per sfruttare a pieno questo schermo AOC -di cui potete trovare le novità qui- ci vuole una gpu capace di mantenere un buon frame-rate, nettamente superiore ai 60FPS tanto elogiati dagli antichi #pcmasterracers. Parlando terra terra, stando alla MIA esperienza, basta una media di 85-90fps, anche se Gta 5 con 45fps minimi risulta godibilissimo

Ve lo ricordate? Cri ne ha recensito uno uguale sul canale
Ve lo ricordate? Cri ne ha recensito uno uguale sul canale

Come mai?

Inutile dire che il più grande fastidio che affligge i pc-gamers, dopo l’ottimizzazione fatta coi piedi, sono i difetti visivi dovuti allo schermo. Ad esempio lo screen tearing o il pixel ghosting giusto per citarne due, che per risolverli generalmente basta fornire al monitor lo stesso numero di frame in relazione alla frequenza di aggiornamento del pannello. Da qui i famosi 60fps @60Hz tanto amati dalla master race. Però ciò vuol dire che quello sarà il valore minimo renderizzabile, ed è difficile da combaciare con l’ultra-preset che tanto ci piace.

Goduria pura
Goduria pura

Qui interviene il V-sync, filtro pesantino che va a frame-cappare il tutto in relazione allo schermo in uso, così da mantenere costante il flusso di immagini. Per svolgere questo compito però si sottrae potenza di calcolo alla nostra gpu che potrebbe essere usata in modo nettamente migliore. Qui si arriva al lato “consolaro” di questa opzione: nel caso non riuscissimo a mantenere i magici 60, potremo abbassare il tutto a 30fps costanti aumentando i dettagli. Un gesto condannabile con la scomunica per i più radicali della master race. Tuttavia ci si trova di fronte ad una scelta che creò dispute all’interno dei pc-gamers: 60 a medio VS 30 ad ultra”. Personalmente opto per la via di mezzo: ”finchè sono sopra i 45 e non ho screen-tearing lascio tutto maxato”.

Liberando la gpu da compiti inutili

Da qualche anno a questa parte, i monitor da gaming di fascia alta sono dotati di moduli G-Sync o FreeSync, rispettivamente proposti da Nvidia ed AMD. A prescindere dalla frequenza di aggiornamento degli schermi, queste tecnologie liberano la gpu dal compito di adattare i frame al pannello, facendo l’opposto: in modo dinamico, in base a quante immagini al secondo riusciamo a fornire, verrà adattato il refresh-rate.

2015-11-03_00003
144Hz sei tu? No frame-cappato a 90 ma resta bello su ogni schermo

Qui arriviamo alla pecca più grande di questa tecnologia, in particolare quella di Nvidia: il prezzo. Se per la controparte rossa il modulo è gratuito, e maggiormente utilizzato per questo motivo da molte aziende. Invece quello dal cuore verde si fa pagare, a parità di specifiche, 100 bigliettoni in più. Fattore abbastanza seccante per quanto mi riguarda.

Molti di noi, all’annuncio del Freesynch hanno pensato: Visto che è un sistema open e compatibile con tutti, potremo giovarne anche noi amanti di Nvidia. Teoricamente sì, ma in pratica la risposta è riassumibile in un secco: “Thanks Obama, thanks Nvidia”.

Per quanto vi sforziate a trovare metodi per scavalcare il blocco del team green, troverete solo post su reddit o tom’s che vociferano di leggendari bios moddati e chiavi di registro taroccate. Tradotto in soldoni: -vedere risposta precedente-.

test-2

Scelta comprensibilissima a livello aziendale ma che comunque da consumatore mi da parecchio fastidio dato che mi obbliga ad una “fedeltà obbligata”. Un po’ come fa Apple con i suoi adattatori.

Gli Sglepboys sono ribelli ed usano un monitor Free-synch con Nvidia

Visto il paragrafo precedente e dal titolo potete capire cosa ne sia saltato fuori: un comunissimo schermo 1080p @144Hz. Risultato che comunque mi lascia soddisfatto.

Giocando prevalentemente a giochi rapidi e frenetici mi sono accorto di quanto non voglia più tornare indietro, anche a costo di non vedere il famigerato 4k per i prossimi anni.

Non v'azzardate a dire che è troppo tamarro eh
Non v’azzardate a dire che è troppo tamarro eh

Ad esempio proprio ieri giocando a Distance, gioco di stampo arcade freneticissimo con luci stroboscopiche ovunque, dove raggiungo i 130fps di media con picchi di 159, ho corso su una pista scaricata dal workshop di Steam. Probabilmente avendo così tanti gli elementi a schermo che generano luci e riflessi contemporanemente lo Unity 5 è entrato in crisi. Risultato? Il frame-rate mi è cascato a 35-40. Sembrava di giocare su PS4. Dopo l’infarto iniziale ho iniziato a notare come tutto mi sembrasse rallentato anche nelle zone a 60fps stabili.

Mi ha ricordato molto quando feci il passaggio dal portatile alla 660 e poi successivamente alla 770. Sembrava un mondo totalmente nuovo ad ogni upgrade.

tpcast-27b66e2eb122b6cf2bbcf0505f0397e93

Ora si parla di visori, schermi talmente curvi ed ampi da avere lo stesso quantitativo di pixel di un setup a triplo monitor ed infine del tanto sognato 4k. Data la tecnologia attuale mi chiedo: “Con quale configurazione li raggiungi 90-100fps su un pannello QHD mantenendo tutto ad ultra, se tanto, più del classico SLI non puoi fare causa incompatibilità?”. Oltretutto considerando che, fino al vicino lancio della 1080Ti, la miglior gpu prezzo/prestazioni resta la GTX 1080 per la fascia alta, la quale solo in coppia riesce a mantenere un ottimo frame-rate in 4k. A questo aggiungiamo che i giochi saranno sempre più pompati graficamente e complessi da gestire. Il risultato? Una domanda a cui mi rivolgo a voi per una risposta: E se per ora lo sweet-spot fosse il 2k a 144Hz per chi non si accontenta del classico 1080p?”.

Questi pannelli sono passati parecchio in sordina, suscitando poco interesse visto che si parlava già di 4k e le serie 900 erano indirizzate prevalentemente al FHD con accenni al 4k per quanto riguarda la 980ti. Se dovessi pensare ad un upgrade, potrebbe essere il più valido candidato dato che con Pascal sarebbe facile da gestire uno schermo 2k anche con una sola gpu.

Che ne pensate? Vi ritrovate con quello che ho scritto o avete una visione differente? Che schermo usate?

Commenti